Riconoscersi.


Riconoscersi.

Ti immaginai,
assai prima
di riconoscerti.
Camminavi,
solo tra molti,
nel tempo sospeso
che da sempre
guida i miei passi.

20160105-151652.jpg

Annunci

Complici.


Complici.

Mi aspetto
che la notte sia
la nostra silenziosa
testimone,
che l’attimo
indulga con noi
fino a rendersi eterno,
che gli spazi divengano
solo dimensioni ipotetiche,
che una gaia risata
possa superare.
Mi aspetto
che il sogno,
almeno una volta,
stravolga il reale.

Quelle sere di festa


20140112-214858.jpg

Quelle sere di festa

Il mormorio dell’erba ghiaccia
nel vento racconta i caldi giorni
dei raccolti di gioia.
Suona come il fruscio
delle ampie gonne danzanti,
che ondeggiano, maliziose e ridenti,
nelle sere di tarda estate, seduzioni lucenti negli occhi
di quei giovani d’anni distanti.