L’abat-jour


AbatJour8555921398_02e6b95951_o

L’abat-jour.

A luce spenta volo.
Accartocciati i sogni
rotolano spinti dal vento
del tempo che non dà tempo.
Li vedo svanire
ai confini del mio orizzonte,
farsi luce nella luce,
ombra nell’ombra.
Dove si poseranno infine
le parole che vi scrissi?
Sapranno parlare
a chi ignora le emozioni
che le hanno generate?
Stilleranno il miele delle labbra
che raccolsi
per poterle comporre
pure se in una lingua ignota.
Saranno il suono
della brezza che accarezza
i pensieri di chi ancora vede
quello che non c’è,
spegnendo la sua abat-jour.

MUSICA NELL’ARIA
IVANO FOSSATI – Il bacio sulla bocca

20130313-222015.jpg

Annunci

Tra tintinnii e luccichii


Tra tintinnii e luccichii

Ora che siete

il vento sibilante

che ondeggia

tra i pioppi diafani

forse comprendo

il troppo di quelle tavolate,

di quel voler strafare.

Troppe voci,

troppe portate,

troppi segreti,

troppi coltelli,

troppa allegria foraggiata

dal vino nelle brocche.

Era un modo come un altro

per scongiurare

l’angoscia della vita

che sceglie per noi

i passi permessi

ed il numero che ce ne tocca.

Pur se m’allontanavo

da tutto quel troppo ostentato

per rifugiarmi

nei giochi dell’incanto,

che nessuno mai ti apparecchia

con la tovaglia buona della festa,

intuivo, da certi sinistri luccichii,

lucchetti e catene

e il tempo che non ci basta.

 

Suggestioni (parole) © di flameonair

Musica nell’aria

IVANO FOSSATI – C’è  tempo

http://youtu.be/xLquEK6m0o8