Frammenti al crepuscolo.


Frammenti al crepuscolo.

Mimetizzando mille
sottaciute battaglie
senza uscita
sotto un sorriso gentile,
anime s’accarezzano
di sguardi trasparenti.
Non c’è più l’urgenza
d’un trasalire
d’eccessi di parole.
Come risacca a sera,
ammararsi, silenziosi,
nei porti occulti dei cuori:
in accoglimenti temporanei,
oltremodo soli,
oltrepassare il buio
in attesa della scialba luce
d’un’altra bianca alba.

La cura.


La cura.

Ho rinchiuso
nel pugno
una manciata di stelle.
Ho socchiuso
i lembi delle mie ferite
perché li sanassi
con le tue belle parole.
Ciò che non poté
la vita
l’attimo esaudì,
tacitando il rancore.

La cura (live) Franco Battiato

Disgelo.


Disgelo.

È tutto in questo
sciogliersi,
del tuo pensoso sguardo
in un ritrovato sorriso,
l’imponderabile bellezza
delle nostre vite.
L’inatteso sbocciarsi dentro
in germogli di gioia.

Metafisica degli sguardi.


Metafisica degli sguardi.

Ho vagato
per più d’una vita,
perdendomi,
lungo vie polverose
e squallide,
prima di incontrare
il cancello aperto
che il tuo sguardo
m’ha spalancato.

20151128-115601.jpg

Fall foliage.


Fall foliage.

Da abissi
di desolati silenzi
sono risalita
per incontrarti.
I miei passi lievi,
sul tuo cuore,
frusciano ora
come foglie,
nel morbido autunno
delle nostre stagioni.