Tramonti.


Tramonti.

Mi conducesti per mano
verso l’oscuro precipizio
delle tue labbra.
Vacillai per una scheggia
di quel tempo infinito
che era prima del nostro amore
e che ci avrà dimenticati,
illudendo altre sterminate legioni
di anime amanti, infine.
E caddi nella luce accecante
del battito delle tue ciglia,
che sfuoca l’impossibile,
diluendolo
nel suo incantevole velo.
Caddi,
come tremante e impaziente
di trafiggersi,

ogni tramonto cade.

20140706-010504.jpg

Tramonti


astro

Tramonti.

Limpidissimo e lucente,

gonfio d’un muto dolore

di cristallino quarzo,

guardo il tuo cuore

e ne ascolto,

sommessa, la voce,

ritmico mantra

della risacca a sera.

Mi accoccolo, stanca,

sulla riva delle tue labbra,

accogliendo gli ultimi raggi

dei nostri caldi tramonti.

 

Musica nell’aria
Χατζοπουλος Νίκος ~ Secret Love

ΝICOS CHATZOPOULOS