Viale dell’Indifferenza.


Viale dell’Indifferenza.

Trasciniamo i passi,
sempre gli stessi,
lungo le strade
che non hanno nome.
Sfioriamo i pensieri
di chi non ha voce,
toccando i ricordi
di chi è dimenticato.
La Grazia è donata,
per pochi spiccioli,
negli angoli dei viali.
Non c’è posto nella Storia
per gli eroismi individuali
di chi conduce la propria vita
nell’ombra,
inondando di luce
chi gli passa accanto.

20141109-090254.jpg

Smemorati


Smemorati

Ha senso ricordare,
della propria vita,
per quanto lunga
possa toccarci in sorte,
quei rari bagliori di luce,
annegati in estenuanti
oceani bui di silenzio.
Le risa e gli scoppi,
sorpresi di gioia,
tra la nebbiosa urgenza crudele
della notte della vita.

Quotidiane trascendenze


Quotidiane trascendenze

In un silenzioso e lento
precipitare,
scorro via, inconclusa
e inconsistente,
dissolta sullo sfondo
di questa pioggia obliqua.
Ho intravisto le altre me stesse
attendere la vita
appese a spoglie pareti
o smesso di credersi vive,
accantonate nell’ombra
dei solai.

quotidiane trascendenze

Paralleli del Tempo.


Sottili distinzioni

Non trovo molte differenze – tranne forse per un mero gradiente di sanguinolenza (gli schizzi di sangue reali divengono virtuali per chi si accaparra la prima fila) e di disumanità indiscutibili – tra la predilezione delle folle per i patiboli, le pubbliche esecuzioni ed i linciaggi del buon tempo andato
e la spiccata tendenza al partecipare oggi, con altrettanto sommo godimento, alle gogne mediatiche ( televisive e/o sul web), ai processi sommari indiziari e alla ben oliata macchina ( a ciclo continuo) del fango.