Raggio oltre le tende.


EppureSentireDSCN8568

Raggio oltre le tende.

Bussasti alla porta serrata

del mio cuore,

adagiato tra le colline,

come un fiore nascosto,

ed il mio sorriso

t’aprì un varco

nel mio infinito.

Ora che scosto

i pesanti tendaggi di velluto

che mi escludono

dalle tue vive emozioni,

mi pare di scorgerle,

furtiva e nascosta

come l’imprudenza dei pensieri,

farti lieve e scosso

nel tuo riso sorpreso e sereno.

Musica nell’aria

ROBERTO CACCIAPAGLIA – Floating

http://youtu.be/k8axDPq90zE

La coltura.


La coltura.

Il seme dorato della gioia

coltivo, nel morbido terreno

del mio cuore,

con certosina cura.

Son cento primavere a cullarlo,

nella carezzevole curva

delle tue labbra schiuse,

rifuggendo da un passato

d’allume e pianto.

La perfezione di due sfere,

specchiate e disgiunte,

lucente brilla  oltre la cenere,

custodita da ghiacciati inverni.

Suggestioni – Foto & Parole ©Flameonair

Musica nell’aria

ROBERTO CACCIAPAGLIA – Floating

http://youtu.be/2gQ17i4_nyw

Il dono.


Il dono.

Donai i miei occhi,

le mie orecchie,

la mia lingua,

tentando di comunicare

amore,

cercando di turbare,

come vento,

piatte superfici scure d’egoismo,

restando cieca e sorda e muta,

infissa nel silenzio.

Lasciai il mio porto

come una barca di carta

composta dalle mie mani fredde,

confidando nell’oltraggio

della mareggiata.

Quando le tue parole giunsero,

come mani

a posarsi sui miei sensi naufragati,

vi gettasti luce e canto e voce,

senza domandare

e senza trattenere l’emozione

nascosta nel tuo cuore.

Suggestioni – Foto & Parole ©Flameonair

Musica nell’aria

ROBERTO CACCIAPAGLIA – Lux libera nos

http://youtu.be/On-XrcUfVUk

La linea in bilico


La strada
Foto di Salvo Saia – http://flickr.com/photos/giallorock

                                                                                                        

                                                                                                          

 La linea in bilico.

La linea in bilico,

tra passato e possibile,

 tra forze convergenti

in un punto in moto casuale

che ci sorprende

vivi.

Un incontro di volti e di desideri

nello scontrarsi improvviso

di  caos e fatalità,

di volontà e predestinazione.

Contorni umani tracciati

da terre d’ombra sovrapposte:

tutto è forse piuttosto un ripercorrere,

l’eterno ritorno di anime,

le nostre,

inconsapevoli d’aver già calpestato

identici  tratti di strada

in altre cento vite difformi.

 Ci muove

il compimento d’una necessità,

d’ un riscatto ad una mancanza

che  riaffora in ricordi alieni

e che ci  liberi, infine,

fluendo verso universi d’altra dimensione,

di superiore energia.

Suggestioni – Parole ©Flameonair

Foto di Salvo Saia

Musica nell’aria

ROBERTO CACCIAPAGLIA – Canone degli Spazi

http://youtu.be/K8ZzgwppUrs

Con i bottoni di perla


Outdoor – Roberto Cacciapaglia

Con i bottoni di perla

Accade un giorno
d’improvviso
di guardare con occhi nuovi
le cose di sempre,
tagliando il cordone che ti inchioda
ad un dolore di ieri.
Arriva un giorno
in cui respiri libera
oltre il muro e l’assenza,
con gli occhi aperti
a spalancare l’anima
al mondo,
come un’imposta chiusa
da un’eternità.
E scegli un nuovo profumo,
dolce nuvola che ti attornia,
e ti basta un morbido golfino
con i bottoni di perla
per sentirti regina,
come una bambina
che scenda in cortile,
finiti i compiti,
per un giro di salto alla corda.

Suggestioni (parole) © di flameonair