Spartiti di pioggia.


Ti sorprenderei,
nel soprassalto d’un fruscio
che materializzi i tuoi pensieri.
Un accordo dolce,
tesa vibrazione,
tra vite dissonanti.
Ma le strade divergono,
volgendo all’infinito,
e non sai più inventare note
su spartiti in cui l’inchiostro
si dissolve, accartocciato
sotto la pioggia d’inespresso
che t’include.

20140731-192421.jpg

Sergio Cammariere- Aprì la porta