Mare nero


Mare nero.

Ha un battito lento
la cupa volta della notte,
un’orbita vuota sospesa
sull’ultimo gesto proteso
ad una riva agognata.
Un granello di fortuna
da giocarsi a testa o croce
contro un destino ammaestrato
dagli uomini, che, cinico,
bara, famelico di onde,
tra le vesti fluttuanti.

Suggestioni – Immagini & Parole ©Flameonair</strong