Il buio.


Il buio.

Vedo chi riduce il sentimento

a precetti, a privazioni e a tornaconti.

Vedo chi si fa boia esultante

giudicando l’amore

che non può conoscere,

giustiziandolo inginocchiato,

deriso, umiliato.

Vedo chi lo strappa alla vita

come ne fosse il padrone,

chi lo getta

alla discarica del superfluo

perché chi ama

è troppo ingombrante.

Vedo che non c’è più posto

per un tale inopportuno scandalo,

in un mondo di usurai

e di mercanti di schiavi.

Ed io penso ai tuoi occhi, donna,

all’orrore che i tuoi  ultimi istanti

vi hanno marchiato,

al disinganno della condanna

da parte di chi ti era accanto,

al giubilo  e alla viltà

dell’assassino di turno

e non so darmi pace.

E non so chiamare uomini

quelli ai quali la Bestia

divora il cuore

senza saziarsi mai.

 

Suggestioni – Parole ©Flameonair

Musica

MIA MARTINI – Donna

http://youtu.be/sGI6ajZqnLE