Errori di gioventù.


Errori di gioventù.

Del bianco incresparsi
delle onde,
nelle nomadi notti,
ho ricordo,
non dei tuoi baci,
che ho seppellito sotto strati
di inumano dolore.
Delle note che dividemmo
e di cui cibammo le nostre anime arrabbiate e affamate del domani,
ho ricordo,
non della tua voce lontana.
Dei miei occhi febbrili
ho ricordo
e dell’inquieta certezza
di non trovare eco al mio cuore,
per il resto dei giorni
che sarebbero giunti.
Eppure di questo sbaglio
ancora non smetto di stupirmi,
ed il sapore dei tuoi baci
e la carezza delle tue parole
non sanno stancarmi.

Tutto


Tutto.

Tutto iniziò nello smarrirmi

tra sentieri di fronda e sogni.

Vibravano calde le note nella tua mente.

Ed ora mi libro lieve,

appesa alle tue labbra

come un palloncino

al filo che lo trattiene

dal disperdersi azzurro

del nulla.

Eppure resto ferma,

scolpita nel tuo sguardo

che mi crea più bella,

legata al tuo desiderio di me,

che ti serra il pugno,

nel timore di vedermi,

nube tra le nubi, dissolta.

Dipingevo con le labbra traiettorie di cielo

e tu, come una folata di vento,

mi scompigliasti i pensieri.

Tutto iniziò

come un temporale

tra parole di terra

e visioni di sale,

tutto iniziò

con te.

Suggestioni (parole) © di flameonair

Music – You’re not alone (Olive version)

http://www.youtube.com/watch?v=grj0ffXzTFA