E tu continua a correre.



E tu continua a correre.

Figlio mio,

guardami con occhi limpidi

perché io non abbia il rimpianto

d’averti mentito o taciuto qualcosa.

Figlio mio,

appallottola i tuoi sogni,

ma non gettarli via,

bensì fanne una palla resistente

all’usura della volontà,

e lanciala lontano, avanti a te,

per poi correrle dietro, felice,

senza curarti delle facce ironiche

di chi ti deride, cinico.

E tu, figlio mio,

insegnami tutta quella bellezza

che ancora non ho saputo imparare.

Suggestioni (parole) © di flameonair

Musica nell’aria

CAT STEVENS – Father and son

http://youtu.be/Q29YR5-t3gg

o, se preferite,

FRANCESCO DE GREGORI – La leva calcistica del ’68

http://youtu.be/lETVilXSfNY