Ali e trincee.


Ali e trincee.

Mendicanti d’affetto

errano silenti

come viandanti in pellegrinaggio

verso mete di luce

agognate.

Gli sguardi percorrono,

senza posa,

perimetri di recinti invisibili,

cercando quei cuori impigliati

nel filo spinato

che include e limita.

E forse ho smesso solo

di piangere

non di sentire il dolore

dell’assurdità delle tagliole

che i benpensanti nascondono

sotto sorrisi perbene ed abiti stirati.

Come se il grido nel campo

si fosse interrotto,

come se le ali del pettirosso,

che vive nel mio cuore,

avessero smesso di dibattersi

e attendessero, silenziose,

il profumo di quell’alba

che m’illumina il cuore,

sin da allora,

tra queste note,

vibrando nell’aria tersa

della sera.

Suggestioni (foto&parole) © di flameonair

Music Starless by King Crimson

http://youtu.be/amBqI4t6JE0