Luoghi senza collocazione.


Luoghi senza collocazione.

È il mio cuore
una casa abitata da pochi,
una coltre di nubi,
un rifugio sospeso.
È il mio cuore
un labirinto di specchi,
un androne di luce
ove i suoni danzano
secondo antichi rituali.
È il mio cuore
un diluvio di voci.

Ripartenze.


Ripartenze.

Trasloco da me,
un giorno di questi.
Quante volte
l’avrò detto.
Ma la verità,
guardandomi negli occhi,
col suo sguardo spento,
ha denudato le sue spalle,
ormai.
Ho raccolto il suo scialle,
sfiorandole i piedi graffiati
e stanchi.
Partire ora,
smarrendo il profilo
d’ogni giorno sprecato,
sveglia infine
in quei caroselli
d’albe insonni,
meravigliate di purezza.

Rassegna letteraria scrittori indipendenti.


Adriana Zanese presso Roma
10 ore fa ·
RASSEGNA LETTERARIA SCRITTORI INDIPENDENTI
Oggi
RASSEGNA LETTERARIA
“L’ALTRA LETTERATURA”

14 e 28 ottobre 2015
Sala della Protomoteca in Campidoglio
Col patrocinio del Comune di Roma
Assessorato Cultura e Sport

Prima rassegna Nazionale dedicata alla
Pubblicazione indipendente

Reading: i migliori scrittori recensiti
dalla Community ilmiolibro.it
sito del Gruppo editoriale L’Espresso

Idea e Direzione artistica Adriana Zanese

Conduce

Alessio Falconio, Direttore Radio Radicale

Performance musicale: flauto solo, m.stro Giuseppe Mossuto

Riprese audio/ video Web-Cam Tv: Radio Radicale

PROGRAMMA

14 Ottobre – (h. 16-19,30)

Angelo Pulpito, “Anch’io ho fatto il sessantotto” (romanzo)
Chiara Casaluci, “Origine del caos” (romanzo)
Stefano Benedetti, “Se il nero fosse bianco” (saggio)
Lorenzo Gafforini, “Musa cercasi” (poesie)
Vanni Spagnoli, “Polemos” (poema epico)
Guglielmo Campione, “Il lungo cammino del fulmine” (poesie)
Paola Mastroddi, “Viaggio con valigie leggere” (poesie)
Massimo Apicella, “Silenzi di versi tra fugati e fotogrammi sonori” (poesie)
Adriana Zanese Inserra, “Scomparsa” (romanzo)

28 Ottobre – (h. 16-19,30)

Gianni Lorenzi, “Scrivere un best seller” (saggio)
Anna Maria Risi, “Senza smettere di guardare il cielo” (romanzo)
Andrea Palazzo, “Nel fosso dei sogni” (poesie)
Lino Arenare Zullo, “Woody Allen” (saggio)
Eugenia Toni, “Elena” (saggio)
Mariano Lo Proto, “Quaderno d’Echi” (poesie)
Carla Fasiello, Hristo Vatev, “L’ultimo istante” (poesie)
Lidia Masci, “Il Cerchio” (romanzo)
Silvano Spaziani, “Arco” (romanzo)

CHE COS’E’ ilmiolibro.it

E’ una piattaforma di pubblicazione letteraria indipendente sul web (poesia, narrativa, teatro, fumetti, saggistica) creata e messa a disposizione dal Gruppo Editoriale l’Espresso (dal 2008) per consentire agli autori di pubblicare e mettere in vendita le proprie opere sul sito, potendo mantenere, con il copyright, anche un’autonomia creativa e un anticonformismo culturale, talvolta rigettato dalle case editrici, che la crisi economica negli ultimi anni sembra orientare verso prodotti di facile consumo, specialmente nel linguaggio, favorendo così la diffusione di opere non sempre di valore letterario e allineate nei temi, secondo il trend del momento.
I libri della Comunità letteraria ilmiolibro.it sono regolarmente catalogati nel catalogo nazionale delle opere letterarie e, provviste di Isbn, vengono distribuite nelle librerie de La Feltrinelli, che li mette in vendita anche sul proprio sito web, on demand.

PERCHE’ UNA RASSEGNA DEGI AUTORI DE ilmiolibro.it

La pubblicazione indipendente su Internet, destinata a consolidarsi nel futuro, è ormai la nuova frontiera della scrittura e si pone come alternativa valida alla pubblicazione tradizionale vincolata alle case editrici; siamo ormai nell’era della creazione/informazione artistica che incontra i social network e la rete comunicazionale dei blog, in un gioco di interazione e di specchi nel quale tutte le piattaforme si intersecano rimandandosi idee, immagini e stimoli culturali.
La Community de ilmiolibro.it conta oltre 200.000 visitatori al mese in Italia e dall’estero, più di 50.000 libri pubblicati, anche in ebook, ed è composta di almeno 5000 autori, i quali danno vita ogni giorno, 24 ore al giorno, a un dibattito critico e vivace, che è confronto di idee col pubblico dei lettori; un confronto che si attua tramite numerose recensioni e commenti accessibili a chiunque, collegandosi col sito, sulla homepage e sulle pagine dei singoli autori.
Si può certo affermare che il fenomeno è di indubbio interesse culturale per la qualità di molte opere, e che esso meriti la dovuta attenzione da parte delle istituzioni, degli operatori del settore, nonché, primariamente, di quella parte dell’opinione pubblica interessata all’arte letteraria e alla sua evoluzione nell’era della riproducibilità non solo tecnica (per ricordare il celebre saggio di Walter Benjamin) ma negli ultimi anni, sempre più informatica.

L’iniziativa è anche un’occasione per riaprire il dibattito sullo stato della Letteratura oggi, sulle sue prospettive, attraverso un confronto con scrittori affermati e rinomate case editrici.
L’invito è rivolto a tutti i letterati, operatori della Cultura e le persone di cultura.

Cadenze lente.


Cadenze lente.

M’adagio,
mollemente,
in questo indugio
che assaporo
e che mi parla lento
ancora di noi,
d’un estenuato abbraccio,
di soffici silenzi
regalati
con gli occhi.

La calma delle onde.


La calma delle onde.

Ho carezzato,
mille volte,
la fragilità
dei tuoi desideri,
navigando,
i miei capelli,
con molli onde,
la tua pelle.
Noi,
folli marinai
d’un oceano
di silenzio,
e soli.

Youth – Paolo Sorrentino: il sogno d’essere vissuti.


 

Un film scritto come una sinfonia avvolgente. La magia di saper cogliere la profondità delle emozioni e delle passioni, dei timori dell’animo e della umana fragilità (il decadimento, la malattia, la grazia divina della giovinezza dell’anima e del fisico, la morte, l’essere traditi, il non essere amati, l’essere dimenticati) narrandoli entrambi con onirica, surreale, spiazzante ed ironica leggerezza. Come il monaco che levita, finalmente liberato dagli inganni dei desideri terreni, dopo infiniti anni di meditazione così appare lo sguardo limpido di una natura soverchiante, pura, non ostile ma indifferente, ignorando le nostre umane debolezze, ed opponendo la sua maestosa distanza alla nostra miserevole transitorietà.
La scelta delle Alpi svizzere non mi pare casuale, avendomi rammentato per assonanza i temi dei quadri di Caspar David Friedrich. Interpreti magistrali, colonna sonora preziosa e magica, fotografia da togliere il fiato, tematiche universali, lasciano colpiti, pensierosi, emozionati.
Visto stasera e già indimenticabile: da rivedere più e più volte per riuscire a coglierne gli infiniti messaggi segreti. Superiore per equilibrio, eleganza stilistica, ispirato lirismo e armonia complessiva al già emozionante “La grande bellezza”.

vi invito a leggere l’interpretazione psicoanalitica della simbologia e della lettura profonda di questo film qui da Isabella Bernazzani

http://www.psychiatryonline.it/node/5650

YOUTH by Paolo Sorrentino Recensione di Isabella Bernazzani

20150523-233349.jpg

http://welovecinema.it/in-evidenza/youth-la-giovinezza-la-sceneggiatura-di-paolo-sorrentino/

Nella notte.


Nella notte

Ne ho visti
di giorni sciatti,
rovesciati ai margini
di strade solitarie.
Dipinti appena,
in certe mattinate d’autunno
dai rossi cupi,
dai gialli sporchi,
e dalle foglie già fattesi,
esse stesse, ormai terra.
E ti è accanto,
ancora vivo,
solo un ricordo appannato,
un tenersi per mano
incerto,
nella notte della vita.