Destini diversi


Destini diversi.

A noi che cademmo,
senza colpa,
il grigio dell’asfalto
non precluse
l’imperitura luce
delle stelle.
Fu allora che,
ai profanatori
del sorriso,
s’aperse, avida,
la voragine
di un infinito buio.

20160720-223718.jpg

Soli spenti.


Soli spenti

Siamo varchi
tra mondi
sconosciuti,
siamo tornati
da vite già vissute
in altri sogni.
Siamo solo
ghiacce tracce di stella
e polvere di terre riarse.
Siamo echi
di una moltitudine di voci,
vibrazione di suoni.
Siamo sentieri
non ancora percorsi,
siamo soli spenti
dopo esplosioni di luce.

20160112-003901.jpg

Luoghi senza collocazione.


Luoghi senza collocazione.

È il mio cuore
una casa abitata da pochi,
una coltre di nubi,
un rifugio sospeso.
È il mio cuore
un labirinto di specchi,
un androne di luce
ove i suoni danzano
secondo antichi rituali.
È il mio cuore
un diluvio di voci.

Fa’ sogni leggeri.


Fa’ sogni leggeri.

Sogna forte,
sogna ciò
che ti fa bella l’anima,
senza il pudore di gioire.
Sogna ancora,
contro ogni prudente consiglio,
e sovverti
ogni pronostico razionale
che ciascuno è pronto
ad offrirti
senza averglielo richiesto.
Sogna e sorridi,
senza misura.

20150609-234920.jpg

Caleidoscopio.


Caleidoscopio.

È negli istanti
che interpreti
i messaggi
che la vita
ti detta:
i punti di svolta,
le fini,
gli inizi.
Non nel continuum
spazio-temporale
che assopisce i sensi
e ammaestra i gesti
a vuoti rituali.
Una mattina
apri i vetri
e il sole ti trafigge
con parole sconosciute.
Raccolgo
i miei frammenti
per ricomporli
in un volto nuovo.
E sorrido.

20150530-125226.jpg

Disorientarsi.


Disorientarsi.

Dopo lunghi anni
vissuti nel buio,
gli occhi mi dolevano,
di fronte alla luce,
accecante,
generata dal tuo sguardo.
La fuga mi sembrò
l’unica soluzione
possibile.
Ma il destino volle
che non riuscissi
ad allontanarmi:
perduto era
ogni riferimento
verso l’inutile rinuncia
quotidiana.