Un attimo di eternità


È solo l’amore che sappiamo provare a poterci rendere, per il breve attimo della nostra vita, eterni, condividendo l’eternità di questo sentimento.

20140624-083521.jpg

Franco Battiato – Sui giardini della preesistenza – 1993

F.Battiato – Dall’album “Caffè de la Paix”(EMI).

Torno a cantare il bene e gli splendori
dei sempre più lontani tempi d’oro
quando noi vivevamo in attenzione
perché non c’era posto per il sonno
perché non v’era notte allora.

Beati nel dominio della preesistenza
fedeli al regno che era nei Cieli
prima della caduta sulla Terra
prima della rivolta nel dolore.

Tu volavi lieve
sui giardini della preeternità
poi ti allungavi
sopra i gelsomini.

Ho visto dei cavalli in mezzo all’erba
seduti come lo sono spesso i cani
e senza tregua vedo buio intorno
voglio di nuovo gioia nel mio cuore
un tempo in alto e pieno di allegria.

Negli innumerevoli anni


Negli innumerevoli anni.
Con le parole della dolcezza
hai intessuto una veste
che ricopre la nudità
della mia anima posta di fronte
allo specchio
della sua esistenziale solitudine,
sin da quegli anni brevi
che mi appartenevano
nell’età dell’adolescenza.
È l’intensità di quel tuo solo sguardo,
che inutilmente cercavo,
nella molteplice moltitudine
di occhi senza luce.