Insegnami bugie


Insegnami bugie.

Arginami
in un giardino concluso,
nel periplo perfetto
del tuo abbraccio.
Ho bisogno di restare,
di chiudere gli occhi
in un reciproco affido,
di deporre le armi
affilate dalle delusioni.
Trattienimi dal fuggire,
io che sempre
ho abbattuto i confini
per non vederli divenire
prigioni dei sogni
che li partorirono.
Inchiodami, bugiardo,
ad una speranza folle
oggi che prego
che mai fine abbia
l’illusione perversa
che ci legò ai nostri sguardi.
Insegnami bugie
per cui deporre
la bellezza d’un fiore
sul letto disfatto
di una vita già spesa
senza riscatto
né vertigine.