Fruscii


Fruscii
Lascio scivolare giù,
come smettendo una veste
ormai sgualcita,
i ghiacci abbracci degli inverni,
insopportabili ed ottusi.
Abbraccio il tepore inverosimile
della tua pelle accarezzata
dal sale di primavera
che gorgheggia risa.
E m’intrufolo gaia
tra i gorghi dei tuoi brinati capelli
e dei tuoi pensieri notturni.
Ondeggiano le mie chiome contorte
e le tue carezze aggrappate
al moto dolce dei miei fianchi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...