L’eco dell’assenza.


Sfioro l’eco dell’assenza
nelle negate rime
di cielo.
Tradito dalla distanza,
chi ci è accanto non sa
vederci.
Frementi labbra distillano
perdute parole, sui sensi
che ere di pioggia
non spengono.
Una salmodiante preghiera
è il sapore che genera
quel nostro
mordere la vita.

20130414-075500.jpg

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...