La rimozione e l’invisibilità.


Un post dal mio blog di pensieri  Segrete Armonie   http://segretearmonie.wordpress.com/                        http://wp.me/p282ku-f

Edonisti dell’attimo e della superficie, siamo tutti figli e complici d’un modo di vivere che non contempla la vecchiaia, la malattia e la morte.

Semplicemente le rimuove, non rispondendo ai canoni utili alla produttività ed al successo.

Eppure al tempo stesso, questa è la società che se ne nutre quotidianamente e voyeristicamente,  ora nei telegiornali, ora nei processi televisivi “apparecchiati”, analizzati da schiere di criminologi-opinionisti-tuttologi, sviscerati e riflessi dai mille canali, tra una pubblicità e l’altra, o nei libri noir di successo, saturi e gocciolanti d’efferati delitti.

Tutto ciò quasi in un rito di purificatrice catarsi della coscienza, salvo disinteressarsi nella realtà di chi rientra in questi canoni scomodi, quindi reso di fatto “invisibile”, che magari ci è accanto sul pianerottolo di casa.

Ma la morte è esigente, in termini di riflessione e del domandarsi sul senso di troppi giorni perduti a procurarsi di che spendere, a sperperarsi nell’accumulare simulacri che non danno che temporanei e transitori appagamenti d’una sete di significato ben più profondo ed  inestinguibile.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...