Io, vela di note


Io, vela di note

Siamo fragili barche di carta

spinte su flutti d’emozioni,

mosse alla deriva

da vite d’abbandoni

Le nostre voci

sono il vento

che in vele d’altura

ci tramuta

e ci sospinge al largo,

oltre le regole ed il senso.

Viaggiamo così,

errando, da sempre.

Tu apri lo spartito,

oppure improvvisi.

Io sono l’alternanza

dei tasti bianchi e neri

che sotto le tue dita

si scopre musica.

Miraggio trasparente,

della tua anima,

già scritta  nei tuoi sogni.

I sospiri sfuggiti

alle mie labbra

danzano, come veli,

nei tuoi occhi

accesi di  luce.

Suggestioni (parole) di flameonair

Musica nell’aria
ENNIO MORRICONE – La leggenda del pianista sull’oceano

http://youtu.be/mIhqjRWZ77Y