Viaggio con valigie leggere


 

Viaggio con valigie leggere

Sperdo ricordi tra luci

che sfuggono

e mi distanziano,

veloci.

Sono gli sguardi che ho perso,

i dolori dilavati

dal tempo nella pioggia,

sono seppellite

seti di vendetta

e piaghe che i baci

hanno sanato.

Non leggo i nomi

delle fermate sui cartelli,

la velocità li appiattisce

e ne sgrana i contorni.

L’attimo  basta

a farne passato.

Viaggio con valigie leggere,

ricche di intuizioni

che volano,

come semi di soffione,

per interminabili

distanze di luce.

Alla stazione,

 minuscola e aggraziata,

dove m’attende

l’abbraccio del tuo cuore,

corro,

gli occhi pieni

di riso silenzioso.

 

Suggestioni (foto&parole) © di flameonair

Musica nell’aria

FRANCESCO DE GREGORI – Compagni di viaggio

http://youtu.be/5HMywsiMXp4

Annunci

4 thoughts on “Viaggio con valigie leggere

  1. Fausto marchetti 1 maggio 2012 / 11:01

    cantavo proprio in questi giorni la frase di questa canzone quella che amo di più di De Gregori :
    “lei chiese la parole d’ordine il codice d’ingresso al suo dolore”

  2. gialloesse 1 maggio 2012 / 16:16

    Come si possono non amare “gli occhi pieni di riso silenzioso” ???

  3. newwhitebear 1 maggio 2012 / 20:21

    E’ piacevole viaggiare con le valigie leggere come il cuore che aspetta l’arrivo dell’amore.
    Un caro saluto

  4. flameonair 3 maggio 2012 / 21:22

    Grazie, mille, a tutti. Passo per abbracciarvi e postare una cosa piccina picciò 🙂 Buona serata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...