Sky


Sky

“Ed infine sei giunto!”,

ti dico incredula,

dopo troppa vita da dimenticare.

Senza cavallo né esercito,

senza armatura né voglia

di combattere.

Piuttosto un naufrago di sogni

che s’avvinghi

ad un’isola dimenticata

dalle carte.

Eccoti, dunque,

e dammi la faccia vera e nascosta,

della tua luna,

e restami dentro

anche quando le tue parole si faranno nebbia

ed il tuo sguardo incerto.

Restami dentro

finché i cuori giaceranno

indistinti e confusi,

in quell’attimo che si fa silenzio.

“C’è musica qui e vento,

per sciogliere le tue vele,

anima mia!”.

Suggestioni (foto&parole) © di flameonair

Music on the air PINK FLOYD – The great gig in the sky

http://youtu.be/UC01eq2Vkg0

Annunci

8 thoughts on “Sky

  1. annalisa fracasso 10 marzo 2012 / 09:54

    Full of a dreamy kind of love!!!!

  2. Fausto marchetti 10 marzo 2012 / 17:33

    Il suono del pianoforte con un giro di accordi sereno e rilassato crea uno stato psicologico di attesa, si affianca una chitarra che realizza un effetto slide delicato e sognante, una voce maschile poco comprensibile sussurra:

    “Non ho paura di morire,
    in qualsiasi momento, non mi importa.
    Perché dovrei avere paura della morte?
    Non c’è alcuna ragione,
    prima o poi si deve andare.”

    Una voce femminile energica e decisa copre uno spazio ampio che fa vivere momenti di tensione toccando i punti vocali più acuti e tesi che costituiscono uno sforzo per la cantante ma danno luogo nel punto culminante al raggiungimento di un forte clima emotivo; quindi la voce si allenta, si ammorbidisce, si rilassa, viene meno, dimunuendo rapidamente verso il silenzio e la conclusione del brano.

    • flameonair 10 marzo 2012 / 17:55

      Magica descrizione di una purissima emozione musicale (come toccare il cielo e non averne paura), grandioso commento, Fausto! 🙂

  3. wolfghost 10 marzo 2012 / 21:45

    Col passare degli anni molti poeti perdono la loro ispirazione o tendono a diventare ripetitivi. A te non accade, anzi mi pare che, come il buon vino, migliori sempre più 😉
    Tutti vorremmo essere cavalieri, quasi tutti siamo naufraghi.

  4. newwhitebear 12 marzo 2012 / 21:49

    Mi sono lasciato cullare dalle tue parole e chiudendo gli occhi le viste passare in volo.
    Complimenti
    Un caro saluto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...